Rimani aggiornato su tutti gli eventi di Gubbio!

Coppa di Eccellenza, Branca aspetta il sorteggio per le semifinali. Respinto il ricorso del Lama

Il computer e la giustizia sportiva hanno definito le quattro semifinaliste della Coppa di Eccellenza. Sono Branca, Pontevalleceppi, Atletico Bmg e Olympia Thyrus S. Valentino. Martedì prossimo 12 settembre il sorteggio per gli accoppiamenti e il campo, poi il 27 settembre gare uniche con eventuali rigori in caso di parità al 90′.

Il derby tra Thyrus e Terni Fc è stato deciso dal computer che ha elaborato i coefficienti, essendo arrivate nel girone D tutte a pari punti (anche Spoleto e Narnese ma con una peggiore differenza reti) e per le due ternane ha fatto la differenza una sanzione di troppo. La Thyrus ha riportato 5 ammonizioni dei giocatori e una al presidente Sandro Corsi, mentre 6 cartellini gialli sono andati ai giocatori del Terni Fc aggiungendo una sanzione di 100 euro. Ha avuto un peso superiore la sanzione e dunque è stata promossa l’Olympia Thyrus.

Il Branca si è qualificato dopo il pronunciamento della Corte sportiva d’appello territoriale del Comitato regionale Umbria, presieduta dall’avvocato Paolo Cutini, che ha respinto il reclamo del Lama che chiedeva il ripristino della classifica del girone A di coppa maturata sul campo, nonostante, nella gara Lama-Pierantonio (vinta sul campo per 3-1 dal Lama), il Pierantonio avesse impiegato lo squalificato Mattia Bei. Nel girone. delle quattro squadre due sono state escluse (Città di Castello e Pierantonio). Il 26 agosto Lama-Città di Castello era finita 0-3 ma a tavolino ha vinto il Lama a tavolino poiché il Città di Castello ha schierato Riccardo Valori nonostante dovesse scontare un turno di squalifica. Sconfitta a tavolino per i tifernati ed esclusione dalla competizione. Come previsto dal regolamento, però, le sanzioni disciplinari, anche se il risultato viene invalidato, hanno valore. Il 27 agosto il Branca ha ospitato il Pierantonio facendo 1-1 con gli ospiti che hanno schierato Bei, nonostante avrebbe dovuto scontare un turno di squalifica. Il Branca però non aveva presentato ricorso, non avvedendosi della posizione irregolare di Bei.
Il 30 agosto il Branca non è sceso in campo contro il Città di Castello escluso, mentre il Lama ha sfidato il Pierantonio vincendo 3-1 sul campo. I lamarini, pur sapendo della squalifica di Bei, non hanno presentato ricorso avendo vinto sul campo e sapendo di arrivare così alla partita decisiva del 3 settembre a Branca con due risultati su tre (promossa solo la prima classificata). Il Branca dopo l’1-1 con il Lama ha presentato ricorso relativamente alla squalifica di Bei, chiedendo l’esclusione del Pierantonio. Il Giudice sportivo Marco Brusco ha respinto il reclamo del Branca perché oltre i termini consentiti (va presentato entro il giorno successivo alla gara e non quattro giorni dopo) ma, allo stesso tempo, richiamandosi agli articoli 65 e 66 del Codice di giustizia sportiva, ha deciso d’ufficio l’esclusione del Pierantonio dalla competizione invalidando di fatto la vittoria sul campo del Lama che si è presentato a Branca il 3 settembre con una posizione ribaltata perché i due risultati su tre, in virtù della miglior graduatoria disciplina erano a favore del Branca. Il Lama ha presentato reclamo contestando la legittimità della decisione d’ufficio del Giudice sportivo e il fatto che la graduatoria disciplina venisse calcolata su due incontri per il Lama (Lama-Castello e Lama-Pierantonio) e un solo incontro per il Branca (Pierantonio-Branca).

Massimo Boccucci