Rimani aggiornato su tutti gli eventi di Gubbio!

Gubbio a Reggio Emilia per volare: i sogni passano per la sfida con la corazzata Reggiana

Torrente pronto alle sfide che contano

Ecco la partita ideale per provare a volare. Vincenzo Torrente per misurare sino in fondo le ambizioni è pronto a sfidare in campo aperto la Reggiana, oggi (ore 17.30) al Mapei Stadium-Città del Tricolore, che non nasconde i propositi di voler tornare subito in Serie B dopo la retrocessione.

Non si è nascosto neanche il presidente Sauro Notari, che ha salutato con entusiasmo i quattro punti arrivati nelle prime due gare, proprio come i granata che vengono dati tra i grandi favoriti per gli investimenti nella costruzione dell’organico. Con i rossoblù imbattuti in difesa si ripropone questo confronto che negli ultimi quattro precedenti a Reggio ha sempre riservato gol (otto degli emiliani, cinque degli eugubini).

“Siamo partiti bene – dice Torrente -, a livello di prestazioni e di risultati. La Reggiana ha valori un po’ in tutti i reparti con giocatori bravi. Ci aspetta un’altra prova importante da affrontare con rispetto e senza paura. Andiamo a cercare il massimo e soprattutto l’uno contro uno. Incontriamo la Reggiana che è tra le favorite, molto propositiva e capace di alternare spesso tatticamente anche in corsa non dando punti di riferimento davanti per sfruttare l’ampiezza del campo. Dovremo essere bravi a ripartire per poi mettere concretezza sotto porta, aspetto in cui fin qui abbiamo difettato. Bisogna trovare maggiore continuità che dipende dal raggiungere la migliore condizione fisico-atletica generale, poi le partite si possono vincere anche sugli episodi”.

Il tecnico non può disporre dello squalificato Bulevardi, espulso nel finale dopo la prodezza che ha piegato la Fermana, e del fantasista Fantacci alle prese con una distrazione muscolare al muscolo pettineo della gamba destra (recupero previsto in quindici giorni). Il tecnico pensa a Sainz Maza primo candidato a sostituire Bulevardi e Mangni per Fantacci nel 4-3-3, senza probabilmente toccare altro: Ghidotti; Oukhadda, Signorini, Redolfi, Aurelio; Malaccari, Cittadino, Sainz Maza; Arena, Sarao, Mangni.

Arbitra Filippo Giaccaglia di Jesi, al terzo anno in Lega Pro, senza precedenti con i rossoblù pur se ha fatto il quarto uomo domenica scorsa con la Fermana.