Rimani aggiornato su tutti gli eventi di Gubbio!

Il voto sul bilancio dei 5 Stelle ha salvato Stirati. Salciarini e Rughi: “L’abbiamo fatto per non creare danni alla città”

Il Movimento 5 Stelle ha spiegato in una nota perché con i due consiglieri comunali Mauro Salciarini e Rodolfo Righi, è passato da opposizione in maggioranza a poche ore dall’accordo per la nuova coalizione in vista delle elezioni di giugno, salvando nei numeri la Giunta Stirati: “La variazione di bilancio all’ordine del giorno del Consiglio Comunale ieri (giovedì 14 marzo) votata anche da noi, è stato tristemente utilizzato per creare confusione e, oppure, occasione elettorale. Un mero atto burocratico che, se non votata, poteva provocare anche danni alla città con rallentamenti o interruzioni sui lavori già avviati (leggi: Piazza Grande) o rifinanziamento studio ambientale per esempio. Il caso invece è politico ed è creato ad arte dagli ex consiglieri di maggioranza Martinelli, Minelli e Brunetti transumanti nel Gruppo Misto che hanno sottoscritto il programma, approvato i bilanci preventivi e consuntivo, e tutte le variazioni per 9 anni e mezzo per poi tentare la spallata a favore della campagna elettorale del centrodestra appena avviata. A danno dei cittadini e della città. Tutti strillano il proprio amore per Gubbio, per il bene comune e di tutta la comunità eugubina e poi il mero calcolo politico e di opportunismo ridà l’esatta collocazione di questo incomprensibile gesto. I 3 consiglieri sopra citati sono già in campagna elettorale ed hanno interrotto una partita senza aspettare il fischio finale dell’arbitro e magari portando via anche il pallone. Sapevano che potevano sfruttare la nuova coalizione del centrosinistra per creare un po’ di scompiglio e confusione elettorale e ci si sono tuffati subito. La città può aspettare and the show must go on come si suol dire, ma di sicuro un gesto come quello di ieri noi non lo avremmo mai fatto”.