Rimani aggiornato su tutti gli eventi di Gubbio!

Judo Jodokan Gubbio protagonista al Palaprometeo di Ancona

Sugli scudi il Judo Kodokan Gubbio al Palaprometeo di Ancona per il secondo Trofeo di Judo “Città di Camerano”, gara a marchio Fijlkam di ottimo livello con molta partecipazione, riservata alle categorie Cadetti, Esordienti  A e B. Il Judo Kodokan Gubbio ha partecipato a questa competizione con 11 atleti, di cui 6 della categoria Esordienti, convocati con la selezione regionale umbra.

Proprio da questo gruppo sono arrivate le medaglie e i buoni piazzamenti. Tre judoka della categoria Esordienti B eugubini sono riusciti a disputare una finale: oro per Francesco Filippetti nei 55 chilogrammi, bronzo per Matteo Vittori nei 60 chili e un quinto posto per Pugno Lorenzo nei 55 kg chili dopo aver perso la finale del terzo-quinto posto. Ci sono stati anche due lusinghieri settimi posti per gli Esordienti A Lorenzo Moriconi e Pietro Fagiani, entrambi nei 55 chili.

Nella Categoria Esordienti B presente anche Luca Fioroni nei 60 chili. Grazie anche al contributo dei questi atleti, la selezione regionale umbra, composta da 24 judoka, si è aggiudicata il primo posto su 77 club.

“E’ stato un ottimo lavoro in team tra tutti i tecnici e gli atleti dei vari club umbri, una grande prova di unione di intenti”, ha detto il maestro Dario Dionisi del sodalizio eugubino e che ricopre anche il ruolo di commissario tecnico della rappresentativa umbra.

Per i 5 Cadetti che hanno vestito i colori del Judo Kodokan Gubbio la gara è stata molto complessa, con la presenza nelle categorie 73 e 81 chili rispettivamente del campione del mondo e del vicecampione del mondo in carica. Per gli atleti del club eugubino sono arrivati alcuni buoni piazzamenti, tra cui spicca il settimo posto di Andrea Morra nei 66 chili. Il presidente Roberta Moscetti Castellani si è complimentata con tutto il gruppo e quindi anche con Alessio Maranghi (73 chili), Giacomo Bei (81 chili) e Martino Vagnarelli (73 chili) che pur essendo ancora cinture chiare, si sono confrontati con cinture nere e marroni, e con Lorenzo Martiri sempre presente tra gare e allenamenti regionali.