Rimani aggiornato su tutti gli eventi di Gubbio!

Rifiuti, Stirati: “Ho vinto le elezioni anche sul no all’incenerimento. Non cambio idea”

Il sindaco di Gubbio, Filippo Mario Stirati

L’annuncio della Giunta Regionale guidata dal centrodestra che attiverà una commissione di esperti per decidere sulla chiusura del ciclo dei rifiuti prendendo in considerazione il ricorso ai due cementifici di Gubbio di Barbetti e Colacem, ha riacceso il dibattito politico eugubino.

Oggi è intervenuto, con un video, il sindaco Filippo Mario Stirati: “Ribadisco la ferma opposizione della mia Giunta e della maggioranza – ha detto il sindaco – a ogni ipotesi di incerimento dei rifiuti nei due cementifici eugubini. La Regione dovrà fare chiarezza sulle proprie intenzioni e sa che troverà la ferma opposizione di Gubbio. Anche con il no all’incenerimento dei rifiuti ho vinto le elezioni nel 2014 e l’anno scorso. Non ho cambiato idea, non abbiamo cambiato idea”.

Alessia Tasso, vicesindaco con delega all’ambiente, ha postato sul proprio profilo di Facebook la riflessione “dopo la Giunta, una boccata d’aria buona sul tetto del Comune. Per ricaricarsi e affrontare insieme, tutto ciò che ci aspetta. Stirati Sindaco”.

Un passaggio sulla vicenda viene dedicato dal consigliere comunale di minoranza Orfeo Goracci che su Facebook, nel ricordare la sua vittoria elettorale del 27 maggio 2001 e le vicende giudiziarie in corso con il processo Trust al tribunale di Perugia, ha fatto riferimento alla “pericolosità per la salute e la devastazione della nostra immagine con l’incenerimento dei rifiuti del centro Italia nei cementifici eugubini”. Stirati e Goracci la pensano allo stesso modo.