Rimani aggiornato su tutti gli eventi di Gubbio!

Stirati punta tutto sul decalogo per salvare il centro storico dalle scorribande

Tornano i buoni propositi, tra promesse e impegni che verranno, per rilanciare il centro storico sopraffatto da scorribande notturne, pessimi comportamenti e degrado. La chiave di tutto viene considerata il decalogo dei principi, di cui si parla da mesi, all’insegna dell’impegno a tutelare il centro nella sua vitalità e qualità, fondato sul rispetto delle regole, di residenti e turisti, giovani e titolari delle attività economiche.

Vengono sollecitati i controlli e la presenza delle forze dell’ordine, al fine di scongiurare fenomeni degenerativi, disturbi e atti vandalici, contando pure sull’acquisizione di stili di vita improntati alla correttezza e al rispetto. Questo è sostanzialmente emerso nell’incontro del sindaco sindaco Filippo Mario Stirati, presenti gli assessori, e i residenti del centro storico con associazioni di categoria e dei quartieri, titolari dei locali e attività commerciali. Stirati ha salutato con favore la nascita dell’associazione del centro storico, che si farà interprete di tutte le esigenze e delle proposte dei residenti. Non ci sono novità sulla videosorveglianza invocata da più parti.

“Riteniamo fondamentale il confronto e il dialogo – spiega il sindaco -, consapevoli che tutti debbano fare la loro parte e dare un contributo. Il Comune si mette a totale disposizione ritenendo un patrimonio imprescindibile il fatto di poter contare su un centro storico vivo e abitato, con tremila residenti per una dimensione complessa di cui dover tenere conto nel trovare le giuste misure”.

Stirati si è detto disponibile “a emanare tutti i provvedimenti e le ordinanze necessarie, sapendo che in primis è importante la prevenzione di certi comportamenti, favorendo un’azione di tipo sociale ed educativo. Il centro dev’essere un luogo di incontro, divertimento, svago, arte e cultura, per questo dobbiamo esorcizzare il clima conflittuale che spesso si respira”.

Per i giovani è in arrivo la disponibilità della palestra di San Pietro, pronta a diventare luogo di cultura, condivisione e arte. Appello anche ai gestori dei locali e alle associazioni di categoria, a cui viene chiesta grande responsabilità e rispetto delle regole, soprattutto in materia di somministrazione degli alcolici ai minorenni, e la garanzia del fatto che le aree in prossimità dei locali vengano mantenute all’interno di dettami precisi. Si torna anche a parlare dei servizi serali della Polizia locale, riattivando il servizio di sms per le comunicazioni urgenti, con la vigilanza in materia di occupazione del suolo pubblico.