Rimani aggiornato su tutti gli eventi di Gubbio!

Turismo nel territorio eugubino: nei primi nove mesi del 2023 calano le presenze e lieve aumento con gli arrivi

Nei primi 9 mesi del 2023 il turismo in Umbria ha fatto registrare rispetto al 2019 prima della pandemia il segno +6,3 per cento negli arrivi e +10,6 a livello di presenze a quota oltre 531.600 in più, ovvero il soggiorno e pernottamento nei luoghi segno di permanenza al di là dei blitz della singola giornata.

A livello di comprensori vanno forte in termini assoluti di presenze rispetto al 2019 il territorio assisano, il perugino e il ternano. I primi cinque per crescita in termini percentuali sono nell’ordine l’amerino, il ternano, la Valnerina, l’assisano e lo spoletino. In crescita anche l’Alto Tevere. Passi indietro, invece, per l’eugubino con -3,6 per cento in termini percentuali e 9.835 in termini assoluti, così come sono in rosso l’orvietano con -0,4 e -1.505 turisti.

Il mordi e fuggi premia l’eugubino con +1,7 per cento per 1.693 visitatori in più, dietro nelle posizioni ad Assisi, Amerina, Valnerina e anche l’Alto Tevere che sta nelle prime cinque con +13 per cento e 9.126 arrivi in più in termini assoluti.