Home Attualità Ospedale di Branca, donato ecografo portatile e wifi

Ospedale di Branca, donato ecografo portatile e wifi

552
0

Un sistema di imaging a ultrasuoni portatile (ecografo) utilizzato per acquisire dati ad alta risoluzione e in tempo reale. E’ quanto donato dall’associazione Gli amici del cuore di Gubbio Aps al reparto Cardiologia – Utic (Unità di terapia intensiva cardiologica) del Presidio ospedaliero di Gubbio – Gualdo Tadino.

L’apparecchio, un Asus Lu700L del valore di circa 8mila euro, è composto da una sonda ecografica color-doppler con tecnologia wifi che trasmette i dati ad un tablet che, con l’installazione di un’apposita applicazione, permette di visualizzare le immagini ecografiche senza collegare cavi, consentendo ai professionisti di trasportare agevolmente l’apparecchiatura. Si tratta di una tecnologia innovativa, che consente di effettuare al letto del paziente l’esame utilizzando una strumentazione senza fili, evitando quindi gli spostamenti ad alcune categorie di persone definite a rischio. L’utilizzo della sonda wireless per l’accesso vascolare permette la scelta più appropriata della tecnica di inserzione. Tutti gli accessi venosi centrali (Picc, Cicc, Ficc) vanno posizionati mediante ecoguida, come raccomandato da tutte le linee guida internazionali. L’ecografo avrà un ruolo fondamentale in tutta la manovra, consentendo di: scegliere la vena più appropriata, eseguire in sicurezza la venipuntura, escludere immediatamente possibili complicanze legate alla puntura, verificare la corretta direzione della guida metallica e/o del catetere (tip navigation), cercare la posizione finale corretta (tip location). Gli ecografi wifi hanno tra i loro vantaggi anche: la portabilità e facilità d’uso per qualsiasi operatore medico e paramedico, la massima sicurezza della gestione diagnostica priva di contaminazioni in campo batterico, l’interfaccia macchina/utente immediata per una pronta risposta nella Fast, la sonda ecografica wifi è continuamente aggiornata tramite App, la riduzione delle distanze percorse, il risparmio di tempo e diminuzione dei costi.

Hanno preso parte alla cerimonia di donazione, che si è svolta nella giornata di venerdì 25 agosto, il sindaco di Gubbio, Filippo Mario Stirati, l’assessore Simona Minelli, il direttore sanitario facente funzioni Luigi Sicilia, la direttrice del presidio ospedaliero di Branca Teresa Tedesco, il direttore del reparto della Cardiologia-Utic facente funzioni Euro Capponi, con il coordinatore infermieristico del reparto, Simone Cappannelli, il presidente de Gli amici del cuore di Gubbio Aps, Mariolina Vispi, presente insieme a vari rappresentanti dell’associazione.

I dottori Teresa Tedesco, Luigi Sicilia e Euro Capponi hanno ringraziato l’associazione per la nota generosità e sensibilità. Con questa ulteriore donazione, infatti, il reparto potrà disporre di una strumentazione che consente di migliorare ulteriormente la qualità dell’assistenza ai pazienti. Il dottor Capponi, infine, ha sottolineato l’elevata utilità, precisione e versatilità dello strumento, descrivendone nei dettagli le innovative caratteristiche tecniche.