Home News Il Gubbio cade a Salò, non basta il rigore di Marchi per...

Il Gubbio cade a Salò, non basta il rigore di Marchi per riprendere la Feralpi (2-1)

1232
0

FERALPI SALÒ – GUBBIO 2-1
FERALPI SALÒ (3-4-1-2): De Lucia 7; Legati 5,5, Magnino 6, Marchi P. 6,5; Vita 6, Pesce 7, Scarsella 6,5, Parodi 6 (11’ st Mordini 6); Guerra 6 (32’ pt Raffaello 6, 33’ st Corsinelli sv); Marchi M. 6, Ferretti 6,5. A disp.: Livieri, Dametto, Ambro, Martin, Hergheligiu, Moraschi. All.: Toscano 6,5.
GUBBIO (4-3-1-2): Marchegiani 6; Tofanari 6 (39’ st De Silvestro sv), Espeche 6, Piccinni 6, Lo Porto 6 (19’ st Schiaroli 5); Malaccari 5,5, Benedetti 6, Ricci 5,5 (19’ st Pedrelli 6); Casiraghi 5 (1’ st Battista 6,5); Marchi 6, Campagnacci 5 (19’ st Plescia 6). A disp.: Battaiola, Nuti, Paolelli, Conti A., Tavernelli. All.: Sandreani 5,5.
ARBITRO: Giordano di Novara 5,5.
Guardalinee: Licari e Micalizzi.
MARCATORI: 40’ pt Pesce (F), 18’ st Ferretti (F), 22’ st Marchi rig. (G).
NOTE: Spettatori 650 circa. Espulso: 45’ st Schiaroli (G) per doppia ammonizione. Ammoniti: Ricci (G), Pesce (F), Battista (G), Vita (F), Marchi M. (F), Malaccari (G). Angoli: 4-2 per il Gubbio. Recupero: pt 1’ st 5’.

SALÒ – Lontano dal “Barbetti” non c’è gloria per il Gubbio che cade nel pantano di Salò, dove ai padroni di casa riescono bene un paio di jolly mentre all’undici di Sandreani, a parte la buona volontà, riesce poco o nulla dalla trequarti in su. I problemi offensivi di una squadra che fatica tremendamente a concretizzare la pur buona mole di occasioni create costano cari ai rossoblù, che provano a rispondere colpo su colpo regalandosi un finale di partita alla garibaldina, ma senza riuscire a rimettere a posto le cose. La Feralpi gioca meglio nella prima frazione quando Pesce fa le prove generali del gol dopo una manciata di secondi appena, colpendo un clamoroso palo con una sventola da fuori area, poi però è un monologo verdeazzurro con Ferretti che chiama Marchegiani alla prima risposta (grave errore di Benedetti in disimpegno), Scarsella che di testa non trova la porta, ancora Ferretti che calcia a lato di un niente prima dell’eurogol di Pesce che con una conclusione dalla lunga distanza fa secco l’incolpevole Marchegiani. Vantaggio meritato quello dei gardesani che nella ripresa allentano un po’ la morsa, con Sandreani che inserisce Battista per uno spento Casiraghi provando a destare i suoi. La prima vera opportunità però fa scappare via la Feralpi, anche se sulla conclusione da fuori di Ferretti c’è un giocatore di casa che ostacola la visuale a Marchegiani (ma il fuorigioco non viene considerato attivo). Il Gubbio riapre subito i conti con un rigore realizzato da Ettore Marchi, concesso per un mani di Legati, poi però la vera chance per il pari se la divora Plescia che calcia addosso a De Lucia, decisivo nella risposta di piede. Finale vibrante ma senza occasioni da gol, con Schiaroli che nel tentativo di fermare una ripartenza si becca il secondo giallo. Terza sconfitta in quattro gare esterne per un Gubbio che continua a rimandare l’ora del vero decollo.