Home News Torrente vuol fermare l’ambiziosa Reggiana

Torrente vuol fermare l’ambiziosa Reggiana

111
0
Il tecnico Vincenzo Torrente (foto As Gubbio 1910)

Oggi al Barbetti arriva la Reggiana (ore 15), dopo il 3-3 tra molti rimpianti contro la Feralpisalò, con la prospettiva di affrontare poi il Carpi fuori e il Sudtirol in casa. Il Gubbio sa che deve fare punti con tutti, anche perché la classifica è cortissima e gli ultimi risultati delle squadre coinvolte nella lotta salvezza potrebbero perfino far pensare a un aumento della quota. Torrente, che torna in panchina dopo aver ottenuto lo sconto sulla squalifica, è pronto a suonare la carica chiedendo ai suoi una prestazione gagliarda in linea con il periodo che ha visto i rossoblù mettere assieme 12 punti in 6 gare positive.

“Potevano essere di più, ma ora pensiamo solo alla Reggiana che è stata costruita per vincere e ci costringe a fare la partita perfetta se vorremo ottenere qualcosa di buono. Sono fiducioso perché il gruppo è in costante crescita”, confessa il tecnico di Cetara. Sono fuori causa Malaccari squalificato, Cinaglia e Maini infortunati, oltre ai soliti De Silvestro ed El Hilali. Il modulo non si tocca: 3-5-2 con la conferma in attacco del tandem Gomez (5 gol in 7 gare) e Tavernelli (diffidato), mentre in difesa rientra Filippini dalla squalifica e a centrocampo sembra probabile la conferma di Benedetti, favorito su Bove che si sta conquistando le attenzioni di Torrente.

In difesa sono pronti Konate, Coda e Bacchetti, mentre Munoz dovrebbe essere schierato sulla linea dei cinque. La Regia, che ha in porta l’ex Venturi, ha perso solo due volte (come il Vicenza), mentre il Gubbio ha il primato dei pareggi (12). L’attacco granata fa paura (45 reti, nessuno ha fatto meglio sin qui nel girone): Scappini 9 gol, Kargbo e Marchi 8, Zamparo 7 nelle ultime 5 partite, dopo i 4 fino a gennaio con la maglia del Rimini.

Arbitra Luigi Carella di Bari al quarto anno in Lega Pro, con due precedenti la scorsa stagione (Pordenone-Gubbio 1-0 e Gubbio-Virtusvecomp Verona 1-0 ultima gara dello scorso campionato) e 13 gare dirette in questa stagione (guardalinee Francesca Di Monte di Chieti e Francesco Ciancaglini di Vasto).