Home Attualità AltraSanPietro, non solo ricordi: un modo nuovo di pensare lo spazio urbano

AltraSanPietro, non solo ricordi: un modo nuovo di pensare lo spazio urbano

1270
0
Ecco come si presentava l'evento di AltraCittà alla Notte Bianca dello Sport

Torna mercoledì 31 ottobre con un aperitivo in programma a partire dalle ore 17 l’avventura di AltraCittà, il libero laboratorio sperimentale e dinamico che  si interroga sul ruolo che lo spazio pubblico riveste nella vita delle comunità. Sulla base di idee condivise, il laboratorio propone iniziative ed eventi autofinanziati, temporanei, inclusivi e capaci di attuare trasformazioni immediate e tangibili per migliorare la qualità della vita urbana. E il luogo scelto per ospitare il prossimo evento è nientemeno che la Palestra di San Pietro, quindi la “terrazza” che si scorge oggi sopra il tristemente noto parcheggio multipiano costruito proprio alle porte del centro storico. La scelta non è puramente simbolica: quel parcheggio rappresenta oggi un luogo dove si è accentrato maggiormente il dissenso della comunità in base ai risultati ottenuti dai pannelli interattivi presenti alla Notte Bianca dello Sport, dove lo staff di AltraCittà ha interrogato gli eugubini su quali fossero gli spazi urbani di cui avrebbero voluto riappropriarsi. E da questa analisi è scaturito come la percezione negativa del luogo non è riconducibile esclusivamente all’impatto visivo ed al degrado dell’area, ma soprattutto al legame affettivo ed al ricordo delle molteplici attività svolte fino alla sua chiusura, dove bambini, giovani, adulti e anziani si mescolavano in uno spazio multifunzionale di cui oggi rimane solo scheletro e memoria. Da qui l’idea di tornare a viverlo, anche se per soli 5 giorni, con l’intento anche di stimolare idee e percorsi che possano renderlo di nuovi fruibile anche alla popolazione intera.

CONTEST E RICORDI. AltraSanPietro proporrà una mostra con tutte le foto che gli eugubini hanno inviato, foto che contengono un ricordo di quello spazio di cui hanno certamente usufruito almeno una volta nella vita. Lo scopo dell’evento, così come di tutti quelli organizzati da AltraCittà, è quello di agevolare i cittadini nel loro processo di riappropriazione degli spazi urbani. Perché questi, autonomamente, decidono di attivarsi e trasformare la propria città in base a precise esigenze e attraverso uno spirito comunitario, il quale affermi che non vi sono diritti senza doveri. Un assaggio si è avuto già alla Notte Bianca dello Sport, quando in piazza Quaranta Martiri è spuntato un vero e proprio “salotto” auto costruito con materiali di riciclo e arredi dalla collaborazione con attività locali (Comitato Albero di Natale, Operazione Mato Grosso, Il Garden Arteverdegiardini, Baracca Party, vari club eugubini). In occasione dell’evento di San Pietro è stato indetto anche un contest fotografico: postando sul proprio profilo Instagram un’immagine di un luogo abbandonato o che è stato riconvertito a nuovo uso è possibile vincere una Fujifilm Instax Mini, semplicemente utilizzando l’hastag #altracontest2018. C’è tempo fino al 29 ottobre per inviare le proprie proposte e partecipare al concorso. Mercoledì 31, all’inaugurazione di AltraSanPietro, saranno presenti anche Giordano Babucci e Andrea Zoppis, che cureranno il dj set della serata. Saranno presenti stand gastronomici, la mostra delle fotografie che ricordano la Palestra di San Pietro che fu e tanti aneddoti, becchi o giovani a seconda di chi li racconterà. L’evento andrà avanti fino a domenica 4 novembre.