Home Attualità Centenario di San Francesco, l’associazione Maggio Eugubino critica la composizione del comitato...

Centenario di San Francesco, l’associazione Maggio Eugubino critica la composizione del comitato e spinge per assumere iniziative

609
0

L’associazione Maggio Eugubino deplora in una nota il mancato inserimento di rappresentanti di Gubbio all’interno del neocostituito comitato nazionale per le celebrazioni degli 800 anni dalla morte di San Francesco. Il presidente Marco Cancellotti ricorda che il comitato è stato istituito con decreto dalla presidenza del Consiglio dei ministri che ha nominato presidente Davide Rondoni con altri 18 componenti, in parte dall’Umbria e da Assisi, ma nessuno da Gubbio.

“Questo organismo – spiega Cancellotti – ha il compito di elaborare un programma culturale relativo alla vita, all’opera e ai luoghi legati alla figura di San Francesco e prevede un budget di 4,5 milioni di euro. L’esclusione dal comitato ci rammarica molto e dispiace che non ci siano componenti di Gubbio, dove San Francesco ha avuto frequentazioni ed esperienze anche raccontate nei Fioretti”.

Il fatto che non ci sia nessun membro di Gubbio nel comitato “non ci deve precludere – osserva il presidente – dall’avere soddisfazione e riconosciuto il ruolo della nostra città, poiché è la storia che dimostra che San Francesco e Gubbio sono legati e che Gubbio ha fatto parte della vita del Santo di Assisi, avendo avuto anche l’insegnamento di Sant’Ubaldo, che lo ha preceduto, il quale pregava mitezza e riconciliazione. Ci domandiamo allora perché Gubbio non sia stata presa in considerazione nella composizione del comitato. Sarà importante ora farsi valere e trovare spazio per far sì che San Francesco e Gubbio siano ricordati nelle celebrazioni. Nel comitato ci sono nomi che ben conoscono Gubbio, come il professor Franco Cardini, che molte volte è stato ospite del Festival del Medioevo. Ci si deve concentrare non sulle ragioni dell’esclusione ma sul cercare di entrare nella agenda delle celebrazioni ricavandoci il giusto spazio che Gubbio con la sua storia merita nell’eredità di San Francesco. La nostra associazione è pronta a collaborare con tutti coloro che vorranno mettere in campo iniziative per il centenario”.