Home News Gubbio Città Europea ha aperto gli incontri pubblici parlando di sanità al...

Gubbio Città Europea ha aperto gli incontri pubblici parlando di sanità al fianco di Alessia Tasso

330
0

Si è tenuta la prima iniziativa pubblica dell’associazione Gubbio Città Europea sulla sanità pubblica e i servizi territoriali. L’evento dal titolo “Potenziamo la sanità pubblica”, martedì scorso 5 novembre presso la sala Ex Refettorio della biblioteca Sperelliana, è stato commentato dall’associazione che si definisce “progressista europeista”.

“Di particolare attenzione il settore di sensibilità relativo ai servizi territoriali sanitari di base ed assistenza in un’ottica di potenziamento e di prossimità al cittadino secondo una prospettiva futura. Hanno preso parte all’evento tecnici di competenza e rappresentanze di categoria oltre che soggetti politici afferenti al centro sinistra regionale e locale. Tra i relatori il presidente dell’associazione Diego Pierotti, il dottor Gianni Giovannini (già dirigente regionale in ambito sanitario in più ruoli) e il vicesindaco Alessia Tasso, moderati da Claudia Fofi. Oltre 50 persone hanno preso parte allo svolgimento della prima iniziativa pubblica dell’associazione “Gce” e tra essi, nello spazio di dibattito aperto e finale hanno preso la parola in diversi. Tra le presenze in sala Federico Di Bartolo (già assessore regionale dell’Umbria/centrosinistra); Paolo Bernardini (responsabile dipartimento sanità Pci Umbria); Gianni Fiorucci (segreteria regionale Cgil); esponenti associativi sul tema della salute. Questa sarà la prima di una serie di iniziative pubbliche – ha spiegato il presidente Diego Pierotti – che Gubbio Città Europea intende promuovere nella comunità eugubina al fine di qualificare la propria presenza socio-culturale e politica nei prossimi periodi e di stimolare la partecipazione oltre ad intercettare le necessità dei concittadini. Un ringraziamento speciale agli ospiti di questa serata e in particolare al vice Sindaco Alessia Tasso, amministratrice giovane, donna e competente, alla quale Gce guarda con motivazione ed entusiasmo per la promozione di una politica progressista attinente all’equità e alla giustizia sociale. Per tutti coloro che sono interessati sarà possibile contattarci e lasciare i vostri recapiti al fine di attivare in futuro una campagna di promozione e tesseramento all’associazione”.