Home News Corteggiato Vittorio Fiorucci che resiste. Goracci si organizza

Corteggiato Vittorio Fiorucci che resiste. Goracci si organizza

1564
0
Vittorio Fiorucci

Le grandi manovre per le elezioni Comunali del 2019 sono partite. Filippo Mario Stirati è già in campo alla ricerca del bis dopo il successo elettorale del 2014. Si stanno organizzando gli altri e il nome che ricorre più frequentemente è quello del dirigente di banca Vittorio Fiorucci, presidente della Famiglia dei Sangiorgiari. Il diretto interessato, almeno per ora, si è chiamato fuori di fronte a tanti insistenti corteggiamenti (“Questa politica non m’interessa, alla città preferisco dare un contributo diversamente”, ha detto), ma chi ha pensato a lui non intende mollare. Si sta formando un progetto civico trasversale che è deciso a puntare su Fiorucci e si prepara a sferrare l’attacco decisivo per riuscire a convincerlo. A Fiorucci guarda con interesse una parte del Pd, del centrodestra e settori della società civile che si stanno mettendo in gioco.

GORACCI ALLO SCOPERTO. Al momento l’unico a essere uscito allo scoperto è Orfeo Goracci, già sindaco dal 2001 al 2009 prima di essere eletto in Regione e della bufera giudiziaria che l’ha visto in carcere a Capanne e ora imputato nel processo in corso a Perugia sull’inchiesta Trust per i presunti abusi al Comune nel periodo del suo governo. Goracci sta cercando di formare una coalizione: ha annunciato per la fine settembre e l’inizio di ottobre un’assemblea pubblica per pesare il suo ritorno sulla scena e mettere a punto un piano. Non è dato sapere se sarà lui stesso a guidare questo progetto. Tra i fedelissimi c’è chi si sta galvanizzando ed è convinto che Goracci sarà della partita politica di primavera, mentre c’è chi sostiene che farà solo da apripista rinunciando alla candidatura a sindaco. Per ora è un rebus.