Home News Scrivi Gubbio, leggi San Marco: Casoli e Marchi stendono la Fermana (2-0)

Scrivi Gubbio, leggi San Marco: Casoli e Marchi stendono la Fermana (2-0)

987
0
La gioia dei rossoblù dopo la rete del vantaggio di Casoli

GUBBIO – FERMANA 2-0
GUBBIO (4-3-1-2): Marchegiani 6; Tofanari 6 (44′ st Paolelli ng), Espeche 6.5, Piccinni 6, Pedrelli 6; M. Conti 7 (37′ st Schiaroli ng), Benedetti 6, Casoli 7; Casiraghi 6 (37′ st Battista ng); Campagnacci 6 (19′ st De Silvestro 6), Marchi 7 (44′ st Tavernelli ng). A disp.: Battaiola, Nuti, Paramatti, Lo Porto, Ricci, A. Conti, Plescia. All.: Sandreani 6,5.
FERMANA (3-4-1-2): Ginestra 5; Soprano 5, Urbinati 5.5, Scrosta 5.5; Iotti 5 (1′ st Clemente 5.5), Fofana 5.5 (7′ st Kacorri 5.5), Misin 5.5 (35′ st Nasic ng), Sarzi Puttini 5.5; Giandonato 5 (1′ st Maurizi 5.5); Lupoli 5, Zerbo 5 (17′ st Marozzi 5). A disp.: Marcantognini, Calzola, D’Angelo, Nepi, Malavolta, Palumbo, Contaldo. All.: Destro 5.
ARBITRO: Colombo di Como 6.
MARCATORI: 16’ pt Casoli, 40’ pt Marchi.
NOTE: spettatori paganti 393 con 65 tifosi della Fermana, abbonati 439, per un incasso globale di 5.712,00 euro. Ammoniti: Benedetti (G), Urbinati (F). Angoli: 8-0 per il Gubbio. Recupero: pt 0’, st 5’.

GUBBIO – L’esilio è terminato: dopo 305 giorni il Gubbio torna a vincere al “Barbetti”, dove la vittoria mancava addirittura dal 16 dicembre 2017 (1-0 contro il Padova). Lo fa col più classico dei risultati, cioè imponendosi per 2-0 su una Fermana che nel primo tempo palesa fin troppi limiti per riuscire a contenere la sete di rivincita di una squadra consapevole di essere già spalle al muro, specie dopo il brutto ko. di Imola. Sandreani in avvio riconsegna una maglia da titolare a Tofanari e Massimo Conti affiancando Campagnacci a Marchi, ma trovando adeguata ricompensa al 16’ da Casoli che in spaccata approfitta di un clamoroso pasticcio della difesa marchigiana, con Ginestra (sin lì irreprensibile) che manca completamente la presa in uscita, favorendo il colpo da distanza ravvicinata del numero 29 in maglia rossoblù. Gubbio padrone del campo e mai in affanno, con Benedetti e Campagnacci già vicini al vantaggio nelle battute iniziali, e soprattutto con un capitan Marchi ispiratissimo a rendere durissima la vita alla difesa locale. Proprio l’attaccante di San Marco decide al 40’ di mettersi in proprio infilando la porta marchigiana con un destro di rara potenza e bellezza che s’infila all’incrocio.- Quando decide di segnare Marchi non è mai banale (ricordate il gol di tacco di Pesaro?) e sul 2-0 all’intervallo per il Gubbio la serata promette decisamente bene. Anche perché la reazione della Fermana è decisamente sterile e non produce grossi patemi d’animo all’attenta retroguardia eugubina, che porta a 337’ l’imbattibilità nelle gare casalinghe, a riprova di una solidità che se accompagnata dai gol del reparto offensivo può condurre senza grossi patemi la compagine eugubina al riparo da brutte sorprese. E domenica si torna al “Barbetti”: alle 14,30 arriva il SudTirol, fresco giustiziere della Triestina.