Home Attualità Usl Umbria 1: “Prestazioni recuperate in poco tempo”

Usl Umbria 1: “Prestazioni recuperate in poco tempo”

122
0

La Usl Umbria 1 fa sapere che all’ospedale di Branca sono state adottate tutte le misure organizzative e clinico-assistenziali finalizzate a garantire il rispetto dei piani di recupero delle liste di attesa e assicurare la tutela della salute della collettività. E’ la risposta alle problematiche sollevate dai sindacati pensionati e rilanciate dal sindaco di Gubbio, Filippo Mario Stirati.

Nelle ultime quattro settimane, dall’11 agosto all’8 settembre, sono state recuperate 1.214 prestazioni sospese durante il lockdown  con una percentuale di recupero del 13 per centoche è di un punto superiore rispetto alla media aziendale. Questo dato è indice di un impegno organizzativo che ha consentito di garantire anche attività ambulatoriali con aperture straordinarie, che, tra l’altro, sono in programma anche per i prossimi mesi.

Per quanto riguarda i percorsi di tutela, a oggi sono state recuperate tutte le prestazioni del periodo pre-Covid, mentre il numero delle nuove, pari a 1500, è rimasto stabile nelle ultime quattro settimane  (a livello aziendale si registra un incremento del 40%).

Dal confronto dei dati di attività delle attività ambulatoriali per i mesi di luglio e agosto, si registra un incremento rispettivamente del 9 e 6 per cento rispetto al 2019, nonostante il maggiore intervallo introdotto tra una prestazione e l’altra  per garantire le misure di sicurezza relative al distanziamento e alla sanificazione degli ambulatori. Anche per quanto riguarda i ricoveri, l’ospedale di Branca registra un costante aumento, che nel mese di agosto ha raggiunto l’11 per cento rispetto al 2019.

La Usl evidenzia, infine, che dal 14  settembre è stato assunto il nuovo direttore della struttura complessa di chirurgia.