Home News Pd, vertice sulla sanità: chiesto un Consiglio Comunale aperto

Pd, vertice sulla sanità: chiesto un Consiglio Comunale aperto

628
0
I dirigenti del Pd eugubino

Il gruppo dirigente del Pd di Gubbio ha esposto oggi, sabato 17 luglio, la sintesi dei contenuti raccolti sul tema sanità, oggetto di una delle commissioni dipartimentali istituite dal neo segretario Massimiliano Grilli. Coordinata da Grilli, Rosa Cicci e Simone Cappannelli con la partecipazione del capogruppo Pd in consiglio comunale Giorgia Vergari, i consiglieri comunali Giovanni Manca e Marco Cardile, la conferenza stampa del partito nella sede di piazza Oderisi ha trattato specificamente il lavoro della terza commissione, in particolare in relazione alle tematiche di salute e sanità.

Il segretario Grilli ha ribadito l’importanza “della libera espressione di tutti i partecipanti e ha sottolineato il nuovo profilo del Partito Democratico eugubino, incentrato sul confronto costruttivo sulle tematiche, per fornire soluzioni efficaci ai problemi contingenti della città. In una sana cornice democratica e rappresentativa”.

Tra i punti di interesse rappresentativo – spiega una nota del partito – si è ricordata l’espressione di due esponenti eugubini negli organismi provinciali e regionali, Giorgia Vergari e Marco Cardile, del partito nonchè l’espressione di un membro eugubino, Cardile, come delegato per l’Umbria nella Consulta nazionale sulla sanità. Al centro della presentazione la sintesi del lavoro svolto dalla terza commissione (cultura e welfare) sul settore della sanità.

Prima di affrontare le questioni legate all’ospedale comprensoriale di Branca si è accennato “alla buona riuscita dell’evento svolto sul tema delle pari opportunità e della tampon tax con la larga partecipazione in presenza, degli iscritti eugubini”. Per quanto concerne l’ospedale dell’Alto Chiascio si è ricordata “l’importanza storica della sua fondazione nel passato 2008, come ospedale di confine anche con prospettive attrattive rispetto alle Marche. Purtroppo – osserva il Pd – questa prospettiva nel tempo è venuta meno e ora la struttura si caratterizza per delle lacune importanti come la mancanza di primari in alcuni reparti e la carenza di coordinatori infermieristici. I consiglieri comunali piddini si faranno promotori di richieste nei riguardi del sindaco in relazione all’assunzione di posizioni specifiche rispetto alla sanità eugubina e al benessere dei cittadini. Tra gli elementi proposti, la convocazione di un Consiglio Comunale aperto ai cittadini sulle questioni della sanità al fine di comprendere entro fine estate le intenzioni dell’Amministrazione Stirati su tali questioni”.