Home News Pit bike, festa a sorpresa per Alessio Gigli dopo il secondo posto...

Pit bike, festa a sorpresa per Alessio Gigli dopo il secondo posto al campionato italiano 12 Pollici

606
0
La festa speciale a sorpresa per Alessio Gigli

Festa a sorpresa per Alessio Gigli dopo il secondo posto al campionato italiano 12 Pollici di Pit bike per aver completato al meglio le cinque tappe che si sono concluse a settembre all’Adria karting international raceway di Adria, in provincia di Rovigo.

I familiari e gli amici gli hanno riservato un appuntamento speciale, senza rivelargli nulla, alla pista “Maro Rosati” dove si sono ritrovati in tanti per festeggiare questo giovane talento delle due ruote, al quale ha mandato un saluto anche l’assessore allo Sport, Gabriele Damiani, ricordando quando l’Amministrazione Comunale l’ha premiato l’anno scorso nell’iniziativa “Sport sotto l’Albero” a dicembre al park hotel “Ai Cappuccini” alla presenza di grandi campioni.

“Sono grato a chi mi assiste, mi segue e mi sostiene”, ha detto Alessio Gigli salutando i presenti e gli sponsor che gli hanno manifestato apprezzamento per il percorso sportivo intrapreso.

“Ora penso al prossimo campionato italiano – ha aggiunto il ragazzo – che scatterà in aprile dopo le prime due stagioni nelle quali ho maturato una grande esperienza con una crescita che mi ha permesso di crescere e di togliermi anche delle soddisfazioni”.

Con orgoglio e soddisfazione, Gigli ha chiuso in bellezza la stagione conquistando nel week end del 19 settembre un terzo e secondo posto sotto la pioggia, con tutte le difficoltà della situazione. Ha gestito le due gare da manuale, prestando attenzione e tutte le fasi della corsa. Quest’ultima tappa stagionale è stata la perfetta sintesi per dimostrare maturità ed esperienza acquisita, ossia le doti che spenderà per dare l’assalto al titolo del 2022.

Il ragazzo ha capitalizzato le fatiche del campionato, aprendo il mese, nel primo fine settimana, al Franciacorta karting track, a Castrezzato in provincia di Brescia, dove si è piazzato al terzo posto in gara-1, mentre in gara-2 quando si stava giocando la vittoria è scivolato a due giri dalla fine riuscendo a rialzarsi per prendersi almeno il settimo posto. Ha chiuso quelle due sessioni tappa comunque con una buona terza posizione complessiva che gli hanno permesso di puntare a conservare un posto sul podio generale nella quinta e ultima prova ad Adria.

Alessio non ha mai nascosto le proprie ambizioni in questo percorso di crescita dopo l’esordio promettente l’anno scorso nella specialità: “Ho fatto un’altra esperienza importante perché ogni gara e tappa nascondono le insidie e si deve essere pronti a tutto. Volevo il podio nella categoria e ci sono riuscito. Sto facendo tanti sacrifici che mi ripagano, potendo contare su un team affiatato e che mi assiste in ogni momento”.