Home Attualità Natività da Guinness sulla collina di Casacastalda

Natività da Guinness sulla collina di Casacastalda

775
0
Casacastalda

La Natività luminosa sulla collina di Casacastalda simboleggia il presepe più grande del mondo, realizzata dall’associazione turistica locale con il patrocinio della Regione Umbria e del Comune di Valfabbrica.

Appuntamento oggi, sabato 10 dicembre, alle ore 17.45, quando verrà accesa l’installazione artistica della Natività sul disegno stilizzato dell’artista Silvestro Serra, successore del messicano Rafael Bustillos che ispirò la realizzazione della prima edizione l’anno scorso.

L’immagine, visibile fino all’8 gennaio 2023 dal belvedere della popolosa frazione di Valfabbrica con circa settecento abitanti, è disegnata con luci a led per un’estensione di circa 800 metri lineari sul fianco di un’ampia collina.

Tra gli intenti degli organizzatori, la Pro-Casacastalda e il Comune, c’è quello di incaricare ogni anno un artista diverso bandendo un concorso rivolto a quanti vorranno proporre la loro opera. Al proposito si può consultare il link www.procasacastalda.it alla sezione bando DisegnaLaNatività.

L’associazione presieduta dal geometra Maurizio Rossi coinvolge molti giovani del posto che si impegnano nelle varie iniziative che durante l’anno rendono particolarmente dinamica Casacastalda.

«Questa particolare suggestiva iniziativa – spiega il presidente Rossi – è frutto di un’attività di studio e pianificazione strategica che consiste nello sviluppare anche per il futuro il progetto Natività con finalità di marketing territoriale».

La piccola e dinamica frazione di Valfabbrica si è data il compito di mettere in campo l’insieme di strumenti e delle strategie comuni ai fini promozionali turistici, con la volontà di definire e guidare il rilancio e la crescita del territorio tenendo conto delle sue specifiche caratteristiche. L’accensione stasera si terrà alla presenza del sindaco Enrico Bacoccoli e di ospiti invitati a vedere da vicino il fascino del disegno e della luminosità che dà alla Natività una suggestività davvero speciale.