Home Attualità Contessa, Anas: lavori a un terzo del cronoprogramma. Peggiora la situazione sulla...

Contessa, Anas: lavori a un terzo del cronoprogramma. Peggiora la situazione sulla strada a valle: altro camion incastrato

621
0

completato un terzo dei lavori, in linea con il cronoprogramma, al viadotto e nella galleria della Contessa che è interdetta al traffico dal 17 aprile scorso con la prospettiva di riaprire prima di Natale. In sintesi – , viene comunicato che è stato ultimato lo smontaggio del vecchio impalcato e sono in corso le operazioni di rinforzo delle pile e gli interventi in galleria.

Peggiora invece la situazione sulla precaria e insufficiente viabilità alternativa sul vecchio tratto a valle: anche questa mattina (giovedì 13 luglio) un tir è rimasto incastrato nel tratto a ridosso delle abitazioni lungo la carreggiata, regolata dal senso unico verso le Marche, molto ristretta oltre che visibilmente rovinata dopo l’asfalto posato quattro mesi fa per il quale Anas ha speso oltre 300mila euro.

La segnaletica collocata sulla rotatoria del bivio non fa capire chiaramente che i mezzi pesanti non possono transitare verso la Contessa: ci sono stati svariati casi di camion intrappolati che hanno creato problematiche, disagi e gli interventi dei vigili del fuoco. Sotto accusa la Giunta Stirati che sulla viabilità alternativa non ha speso un euro né ha cercato soluzioni e regolamentazioni efficaci, con le aspre polemiche da parte degli operatori economici della zona e da quanti la utilizzano, specialmente gli abitanti dell’area del buranese e fino a Pontericcioli.

Sul viadotto, Anas fa sapere che, dopo lo smontaggio del vecchio impalcato, ultimato a metà giugno, sono stati eseguiti i rinforzi delle spalle e sono ora in corso le operazioni di rinforzo delle cinque pile esistenti. Ad agosto sarà quindi avviata la posa in opera del nuovo impalcato metallico. Al contempo proseguono i lavori di ripristino strutturale della galleria adiacente: in particolare, sono stati ultimati gli interventi sulle fondazioni e sono in corso le operazioni per la realizzazione della nuova struttura interna. A seguire sarà realizzata la parte elettrica e impiantistica. I lavori di ripristino di entrambe le opere, per un investimento complessivo di 9,4 milioni di euro, rientrano nell’ambito del piano di riqualificazione della strada statale avviato da Anas a partire dal 2019, in seguito alla presa in gestione dell’infrastruttura ex regionale. Nell’ambito dello stesso piano Anas ha realizzato anche i lavori di risanamento della pavimentazione sull’intero tracciato, rifacimento della segnaletica orizzontale e verticale e bonifica delle piazzole di sosta, ultimati nel 2020 per un investimento di 2,5 milioni.

Massimo Boccucci