Home Attualità Digipass, la nuova frontiera dei servizi digitali

Digipass, la nuova frontiera dei servizi digitali

843
0

«E’ in procinto di essere inaugurato il DigiPASS a Gubbio – fanno sapere il sindaco Filippo Mario Stirati e l’assessore Lorena Anastasi – in virtù di un bando regionale che ha finanziato al 100% l’adeguamento dei locali, l’acquisto degli apparati informatici, degli arredi e delle attrezzature, oltre che dell’animazione per i primi tre anni di attività. Uno spazio dedicato al territorio in tutte le sue forme, dai singoli cittadini alle associazioni, che includerà servizi di comunicazione e informazione. Il Comune di Gubbio è stato infatti tra i primi Comuni ad essere finanziato con i fondi europei POR FESR 2014 – 2020 della Regione Umbria – Agenda Digitale per il Progetto DigiPASS e l’11 ottobre, presso il Complesso di Santo Spirito in via Gioia 6, alle ore 16, inaugureremo il nuovo servizio. Il DigiPASS è uno spazio pubblico di servizi per cittadini, associazioni, giovani, imprese e start-up per innovare, progettare, sviluppare nuove idee, per applicazioni e infrastrutture sociali. Tutto ciò avviene in un luogo fisico attrezzato per l’accesso assistito alle risorse digitali, alle tecnologie ed alla crescita delle competenze, in un’ottica di ‘open innovation’ e ‘social innovation’. Come amministrazione, ci siamo impegnati fortemente da subito per la trasformazione della pubblica amministrazione in senso digitale, con l’obiettivo di migliorare i servizi in termini di efficienza, efficacia e di razionalizzazione di risorse. Con l’avvio di DigiPASS si completa tutto questo, garantendo un processo democratico per favorire la conoscenza e l’utilizzo della tecnologia digitale, avvicinando anche i cittadini che non hanno dimestichezza con gli strumenti informatici. Sarà infatti possibile – proseguono Stirati e Anastasi – prenotare una visita al Cup, effettuare un pagamento online, iscrivere i figli a scuola, ma anche usufruire di tanti servizi digitali pubblici e favorire la crescita delle competenze digitali di cittadini ed imprese, con dotazioni tecnologiche di rilievo. Tra le funzioni del DigiPASS – proseguono Stirati e Anastasi – ci sarà anche quella di facilitare il coinvolgimento attivo delle scuole che potranno usufruire del servizio, aumentando le competenze in ambito didattico e contribuendo alla condivisione di metodologie innovative e buone pratiche anche attraverso la Rete degli Animatori Digitali dell’Umbria. Intendiamo ringraziare – concludono il sindaco Stirati e l’assessore Anastasi – tutti i Comuni della Zona Sociale 7, Gualdo Tadino, Fossato di Vico, Sigillo, Costacciaro, Scheggia e Pascelupo che hanno aderito al progetto, con Gubbio capofila, e soprattutto la Regione Umbria che ha dato a Gubbio l’opportunità di diventare un importante nodo della rete regionale dei DigiPASS, nonché tutto il personale che ha collaborato al progetto. Invitiamo la cittadinanza ad essere presente all’inaugurazione per un’occasione che riteniamo importante e di rilievo ai fini della crescita dell’intera comunità». In tutto il territorio regionale, sono 10 i DigiPASS previsti, finanziati dalla Regione con 2,4 milioni di euro.