Home Attualità Cantieri aperti nello stesso periodo, traffico in tilt. Disagi, polemiche e ironia

Cantieri aperti nello stesso periodo, traffico in tilt. Disagi, polemiche e ironia

943
0
L'accesso in piazza Quaranta Martiri sopraffatto dai cantieri

Paralizzata dal traffico tra disagi e lamentele infinite. Mai così congestionata Gubbio a causa dei lavori concentrati nello stesso periodo, con gravissime ripercussioni sulla circolazione. Il caos è all’ordine del giorno, specialmente negli orari di punta con particolare riferimento a quando gli studenti sono entrati e usciti da scuola. Ancora più accentuate le difficoltà martedì scorso quando si è determinata una situazione indescrivibile perché con via Perugina e via Campo di Marte interdette, oltre a una parte di via Cairoli, c’era in piazza Quaranta Martiri il tradizionale mercato settimanale del martedì. Il congestionamento in certe occasioni raggiunge livelli clamorosi con proteste e polemiche rimbalzate ovunque.

DISAGI E IRONIA. La storia va avanti da giorni e in alcuni momenti si registra il picco dei disagi. La situazione è sfuggita di mano e anche l’ironia ha preso il sopravvento, compreso il collegamento tra l’attivismo nei lavori pubblici in questo periodo e l’imminente appuntamento elettorale di maggio contestuale delle Comunali e le Europee. Il sindaco Filippo Mario Stirati ha preventivamente invitato alla pazienza perché questi lavori sono necessari e non rinviabili, ma le ripercussioni si stanno rivelando insostenibili, tanto più se non si adottano provvedimenti di alleggerimento come, per esempio, la rinuncia oppure il ridimensionamento e lo spostamento del mercato.

CAOS CONTINUO. In via Perugina sono peraltro dovuti intervenire dal Comune per una più efficace segnaletica dopo che lunedì mattina uno scuolabus è rimasto intrappolato e gli alunni hanno tardato l’ingresso all’Edificio Scolastico. E’ stato un problema per il povero autista riuscire a fare manovra nel tentativo di liberarsi dalla morsa delle auto in transito e parcheggiate in doppia fila. La scena è stata allucinante, come raccontano quanti hanno avuto la sventura di imbattersi. Più in generale, il traffico risulta riversato soprattutto verso la zona ovest con intasamenti continui tra il Teatro Romano e via Leonardo da Vinci. La problematica in passato non è mai stata così impattante, perciò ci sono sollecitazioni perché il Comune, con la giunta e il comando della Polizia locale, prenda in esame una riorganizzazione generale della circolazione per alleggerire il quadro critico e rendere i flussi veicoli più omogenei lungo le direttrici cittadine.