Home Attualità Da Roma un tributo allo Spencerhill Festival e un invito a valorizzare...

Da Roma un tributo allo Spencerhill Festival e un invito a valorizzare in Italia i talenti delle arti

1393
0
L'attore Terence Hill con la dottoressa Francesca Romana Fragale, presidente dell'Accademia italiana d'Arte e Letteratura

L’Effettismo – Accademia Italiana d’Arte e Letteratura e il Cinema – e i componenti dell’Accademia Aidal (Accademia italiana d’arte e letteratura) con sede a Roma hanno espresso in una nota un plauso all’incontro tra Terence Hill e il presidente del sodalizio, Francesca Romana Fragale, a Gubbio in occasione dello Spencerhill Festival dedicato a Bud Spencer e Terence Hill.

“L’Accademia e l’Effettismo gioiscono per il grande risalto che il new western italiano ha ottenuto dal 27 al 30 luglio. Francesca Romana Fragale, Josè Dalì, Andrea Giostra, Gianni Lattanzio, Leonida Valeri, Andrea Festa, Claudio Morleni, Ivan Vicari, Mario Bresciano, Mario Nicosia, Mattia Fiore, Emanuela Corbellini, Daniela Di Bitonto Sello, Donatella Torcio, Rita Carrodano, Isabella Bianchini, Vittoria Baldieri, Elisa Camilli, Pier Tancredi De’ Coll e i membri e direttivi dell’Aidal all’unisono proclamano che il fazioso discrimine tra cinema cosiddetto impegnato e quello autentico o geniale che dir si voglia non ha alcun senso. Siamo grandi ammiratori ad esempio di Totò, Re dell’Improvvisazione. Vederci surclassati da decine di migliaia di tedeschi che sono correttamente sobbarcati l’organizzazione su Bud Spencer e Terence Hill in Umbria ci obbliga, oltre che al tributo, anche a una profonda rivalutazione dello spazio che noi italiani concediamo ai nostri talenti”.