Home Attualità Seminario su “Educazione, intelligenza e merito – La sfida Educativa” organizzato dalla...

Seminario su “Educazione, intelligenza e merito – La sfida Educativa” organizzato dalla Direzione didattica del Secondo Circolo “Aldo Moro”

763
0

Ha visto partecipazione e interesse il seminario “Educazione, intelligenza e merito – La sfida educativa”, organizzato dalla Direzione didattica del Secondo Circolo “Aldo Moro”. L’iniziativa si è svolta venerdì scorso, 9 febbraio, presso la sala Ex refettorio della biblioteca Sperelliana e ha visto la partecipazione di educatori, genitori, studenti ed esperti del settore. Presieduto dal dirigente scolastico Maria Gioia Pierotti, in sinergia con la professoressa Fabiana Cruciani dirigente dell’istituto tecnico “Alessandro Volta” di Perugia, e il coinvolgimento delle docenti intervenute, il seminario ha offerto un’ampia panoramica sulle tematiche che riguardano l’educazione contemporanea, evidenziando sfide e opportunità, nonché sulle buone pratiche che la scuola organizza.

Il dirigente Maria Gioia Pierotti ha evidenziato come la scuola ha la grande possibilità di far fiorire i talenti e le potenzialità dei propri studenti e la possibilità di aprire il futuro dei giovani sostenendoli ogni giorno passo dopo passo. Le riflessioni hanno affrontato l’importanza delle discipline Steam (scienze, tecnologia, ingegneria, arte e matematica) e le strategie per promuovere l’apprendimento in questi settori cruciali; l’inclusione scolastica come pilastro per creare ambienti di apprendimento accoglienti e diversificati che rispondano alle esigenze di tutti gli studenti, l’adozione di metodologie storiche e innovative come il metodo Montessori e il metodo senza zaino, finalizzati a favorire un apprendimento più attivo, autonomo e centrato sullo studente; l’importanza dell’educazione civica e dei valori di cittadinanza attiva per formare individui consapevoli e responsabili all’interno della società; il pilastro della continuità per garantire una transizione fluida e coerente tra i diversi livelli di istruzione; l’importanza di introdurre precocemente l’apprendimento della lingua inglese per preparare gli studenti a un mondo sempre più globalizzato; le opportunità offerte dalla collaborazione internazionale attraverso progetti come l’E-Twinning, che favorisce lo scambio culturale e la cooperazione tra scuole di diverse nazioni; la promozione di una cultura di pace attraverso la partecipazione attiva alla Rete Scuole per la Pace, con l’obiettivo di costruire un mondo più armonioso e solidale.

Il seminario ha rappresentato un’importante occasione per condividere esperienze, confrontarsi su pratiche innovative e gettare le basi per futuri progetti educativi, guardando con fiducia al futuro nella consapevolezza – spiegano gli organizzatori – che attraverso la collaborazione e l’impegno comune, si possono affrontare le sfide educative di questo tempo e costruire un percorso formativo sempre più inclusivo, stimolante e gratificante per tutte le giovani menti.