Home Attualità “La professione del cuoco”, un evento dedicato a un mestiere senza tempo:...

“La professione del cuoco”, un evento dedicato a un mestiere senza tempo: lunedì 2 ottobre alla Biblioteca Sperelliana

1122
0

Una tavola rotonda… attorno a una tavola che spesso è rotonda. Che per l’occasione non è imbandita, anche se nessuno sembra curarsene troppo. Perché la cucina, intesa come arte e professione, sarà al centro del dibattito di un incontro promosso da Sauro Scarabotta, cuoco eugubino emigrato in Brasile più di 30 anni fa, che in questi giorni si trova in città dopo aver fatto ritorno in Europa per motivi di lavoro (accompagnerà la folta delegazione paralimpica brasiliana ai prossimi Giochi Paralimpici di Parigi 2024, e pertanto è salito in Francia a fare un sopralluogo delle strutture che andrà a utilizzare). E siccome di starsene buono in un angolo non ne vuol sapere, pur godendo della giovialità di ritrovare tanti amici lontani (fisicamente) ma vicini (nel cuore), anche durante il suo soggiorno eugubino il buon Sauro ha pensato bene di portare un mattone importante nella divulgazione di una delle eccellenze locali. E per farlo ha pensato a un evento, magari il primo di una lunga serie, dove personaggi del mondo della ristorazione raccontano qualcosa di se stessi, delle loro esperienze e delle loro aspirazioni, collegando ognuno il proprio vissuto con ciò che ha racconta la quotidianità. Un incontro aperto però anche alle domande e alle curiosità di chi avrà piacere di partecipare lunedì prossimo, 2 ottobre, a partire dalle 15 presso la Sala del Refettorio della Biblioteca Sperelliana.

DAL PASSATO AL FUTURO. “La professione del cuoco: passato, presente e futuro”, vuol essere da un lato un omaggio al mondo della cucina e alle sue tradizioni, ma vuol anche tracciare dall’altro un parallelo con ciò che ha raccontato il passo e con ciò che soprattutto richiede il futuro. Scarabotta ha riunito per l’occasione tanti colleghi, anche provenienti da aree geografiche lontane, che in modalità in presenza o da remoto con l’ausilio di alcuni contributo video concorreranno a rendere il dibattito quanto più ricco e variegato. Un evento divulgativo, più che di degustazione, ma che pure saprà soddisfare le curiosità di quanti osservano da vicino ogni giorno un mondo in continua evoluzione, col quale peraltro ogni individuo in un modo o nell’altro si ritrova a fare i conti quotidianamente (di saltare i pasti non se ne parla, vero?). Aprirà i lavori il sindaco Filippo Mario Stirati e saranno presenti anche Fabio Rossi di Confragricoltura Umbra e Lorenzo Mariani di Confcooperative. Poi ci sarà spazio per i racconti, le impressioni e le esperienze di tanti cuochi e operatori del mondo della ristorazione, pronti a dare il loro contributo per favorire le conoscenze e rendere tutti i consumatori più partecipi e consapevoli. L’evento verrà ripreso integralmente, e poi messo a disposizione della collettività e promosso anche su network locali.