Home Cronaca Processo Trust, Pio Francesco Baldinelli ricorda i favoritismi e le intimidazioni di...

Processo Trust, Pio Francesco Baldinelli ricorda i favoritismi e le intimidazioni di Goracci e del suo gruppo

1183
0
L'ingegnere Pio Francesco Baldinelli

Lungo pomeriggio oggi (martedì 20 febbraio) al tribunale di Perugia per il processo Trust sui presunti reati dell’ex sindaco Orfeo Goracci, presente in aula, e di altri sette tra politici, ex amministratori, dipendenti ed ex dipendenti comunali. Sono state ascoltate Enrichetta Tollon e Rita Raggi, per lunghi anni in servizio al Comune, e soprattutto l’ingegnere Pio Francesco Baldinelli.

Baldinelli è una memoria storica della città per i ruoli politici ricoperti, per due mandati anche da consigliere comunale. L’ingegnere ha ripercorso, nella lunga deposizione durata circa quattro ore, alcuni passaggi sostanziali del clima in quel tempo, proiettato peraltro anche nell’attualità.

Ha fatto esplicito riferimento ai presunti favoritismi di quello che ha definito il “gruppo Goracci” unito sostanzialmente nel fare e disfare favorendo taluni e danneggiando altri, ricordando tra i tanti aspetti l’elargizione di soldi a privati e associazioni come modalità che venne biasimata perfino in un’ispezione ministeriale (prevista prossimamente anche la deposizione dell’ispettore che fece una relazione al riguardo), fino a rimarcare come Goracci utilizzasse pesi e misure diversi a seconda del gradimento verso gli interlocutori. C’era in sostanza una gestione della cosa pubblica che prevedeva presunti favori agli amici e di danneggiamento a chi non lo era.

Baldinelli in aula si è soffermato anche sul delicato capitolo delle presunte intimidazioni, con riferimento a tutta una serie di pratiche messe in essere da Goracci che potevano considerarsi delegittimanti taluni professionisti, come i giornalisti. Baldinelli ha consegnato al presidente del tribunale, Mariella Roberti, una voluminosa documentazione comprovante le presunte delegittimazioni e intimidazioni con riferimento particolare ai giornalisti ritenuti sgraditi all’ex sindaco con vicende che portarono l’Ordine regionale dei giornalisti dell’Umbria a prendere posizione.

La prossima udienza è prevista per il 16 aprile alle ore 14:30 con l’audizione di altri testimoni delle parti civili, ricordando che anche il Comune di Gubbio è costituito parte civile.